Blog,

abito da sposa, una ricerca non facile?

Alla ricerca dell’abito da sposa?abito da sposa

Ad ogni sposa il suo abito da sogno… un’intuizione, un’ immagine, un desiderio che sta per prendere vita….. Linee eleganti, forme sofisticate, tessuti preziosi, avvolgono la silhouette della donna che in modo regale si prepara al Grande Giorno.

 

Bandita la parola Must dalla ricerca dell’abito da sposa, che deve necessariamente avvolgere, in sintonia con la silhouette, con i gusti e desideri della persona che lo indossa, Esaltando i punti di forza e Minimizzando eventuali disarmonie.

Non esiste una sola tipologia di abito  capace di vestire con eleganza e raffinatezza tutte le silhouette, esaltando la conformazione fisica e rendendo armonico e proporzionato il corpo.

Sei alla ricerca di un abito da sposa easy, ma al tempo stesso unico che esalti la tua silhouette?

Tra le proposte sposa viste sulle passerelle internazionali, troviamo una miriade di spunti ed ispirazioni.

Analizziamo la nostra silhouette e valutiamo le linee più valorizzanti, in armonia con il nostro corpo ed i nostri desideri, l’abito giusto deve farci sentire a nostro agio, assolute protagoniste di un evento unico ed irripetibile.

I mini wedding dress, o meglio gli abiti da sposa appena sopra o sotto al ginocchio, ad esempio, sono ideali per le spose molto giovani (non oltre i 30 anni) con un fisico ben slanciato e proporzionato.

L’abito da sposa corto è sempre un alternativa interessante e originale al classico abito lungo, consente di esibire accessori speciali come le scarpe, magari con cinturini gioiello o perchè nò per le più estrose tronchetti, stivaletti o anfibi, ma attenzione alle proporzioni.

E il velo? Lungo o corto, fa la differenza, una silhouette slanciata ed armonica saprà rendere magico e speciale un velo chilometrico, al contrario una venere tascabile, rischierebbe di essere travolta ed oscurata dall’accessorio, quest’ultima potrà optare per un velo corto o evitarlo, spostando il focus su altri accessori.

Coprispalle sposa: quando indossarlo? E di che tessuto sceglierlo? In tulle, organza e pizzo? Un prezioso e a volte indispensabile accessorio che completa l’abito da sposa.

Attenzione ai tessuti, un esempio su tutti, per braccia non più toniche e rilassate evitate tulle e pizzi, per scongiurare l’antiestetico effetto roast beef, in questi casi potrete optare per tessuti coprenti e linee scivolate.


Alcuni concetti di stile da rispettare per il grande giorno.


Il coprispalle si può indossare sull’abito bustier e su quello a sottoveste per coprire schiena, braccia e per mimetizzare il décolleté sia per la cerimonia religiosa che per quella civile. In occasione di cerimonie importanti è sempre consigliabile coprirsi più che scoprirsi.

Se invece il vostro è un matrimonio civile, optate per una cappa, un bolero, un blazer sagomato o se si addice al vostro abito una giacca smoking.

Ma andiamo per gradi, sono diversi gli elementi che conferiscono un aspetto da vera principessa, partendo dalla lingerie, passando per gli accessori, makeup, hairstyle, nails art, nulla dovrà essere lasciato al caso, andranno mescolati mixati ad arte per un connubio indissolubile ad effetto stupefacente, elegante e raffinato.


Il primo elemento.


Lingerie: Sotto il vestito… shaping!

Valorizza i nostri punti di forza ma allo stesso tempo nasconde e minimizza, le nostre imperfezioni. Parliamo dell’intimo shaping, perfetto sotto l’abito da sposa fino alla sera. Poi via libera a qualcosa di più sexy ed intrigante!

Scelto l’abito dei sogni, iniziata la dieta last minute ed un corso intensivo di pilates, sperando che gli antiestetici rotolini spariscano in tempo per il grande giorno.

Purtroppo, però, la data si avvicina e, tra fame nervosa e poco tempo da dedicare all’attività fisica, i rotolini sono ancora lì.

Non disperate perché abbiamo per voi un asso nella manica: un intimo invisibile con le caratteristiche di essere push up ma anche contenitivo e modellante dove serve.

Si tratta dell’intimo shaping, un tempo utilizzato esclusivamente dalle star di Hollywood e oggi a disposizione di tutti noi comuni mortali (sì, anche degli uomini) grazie alle nuove collezioni delle più note marche di lingerie.


Calzature Sposa.


Le bridal shoes più cool del momento da abbinare all’abito da sposa    

Quali sono le ultimissime tendenze bridal in fatto di calzature? E quali must have ruotano intorno a questo accessorio di seduzione dal forte potere creativo?

Per la sposa, modelli unici ed esclusivi dal tocco fashion, cool e very chic a partire dai tessuti, come il satin opaco e il mikado di seta mescolati con pizzi Valenciennes e con ricami fatti a mano. Pezzi unici e speciali pensati per realizzare il grande sogno di ogni sposa.

Negli ultimi anni, le calzature sposa hanno subito una vera e propria trasformazione,  da semplice accessorio in un vero e proprio capolavoro di stile recentemente interpretato in una straordinaria versione scultura da indossare o semplicemente da ammirare.

Elementi unici ed esclusivi come i tacchi sottili interamente decorati di cristalli Swarovsky o i punti luce incastonati sui pregiati materiali e tanti altri dettagli preziosi che sono il risultato della creatività e della professionalità  dei maestri artigiani.

E’ severamente vietato il sandalo gioiello, anche in estate. Il piede va coperto o semi-coperto  soprattutto per i grandi eventi. La regola vale anche per le invitate. 


Gioielli Sposa.


Diamanti e cristalli Swarovski per il giorno delle nozze

E’ impossibile resistere al fascino dei diamanti bianchi.

E come non cedere alla meraviglia dei cristalli Swarovski che illuminano di seduzione?

Per il giorno del matrimonio i gioielli da esibire sono “pochi ma buoni” e preferibilmente da indossare durante il ricevimento, almeno per chi sceglie di convolare a nozze con il rito religioso. Se invece le vostre nozze saranno celebrate in comune allora il tono più informale consente maggiori libertà.

Per la cerimonia religiosa, dunque, si può sfoggiare un prezioso paio di orecchini di diamanti magari pendenti. Ma attenzione a non esagerare!

E quindi se decidete di indossare sul capo una meravigliosa creazione di cristalli Swarovski  non aggiungete altro.

Per il ricevimento potete osare un pò di più e pertanto siete autorizzate (si fa per dire) a sfoggiare sull’anulare della mano destra un irresistibile solitario o un anello “chevalier” di platino interamente ricoperto di diamanti  o un bracciale dal design essenziale  o ancora un trilogy o una splendida collana con pendente naturalmente di diamanti

Insomma, a voi la scelta purchè sia in tono con la sobrietà dell’evento e con la vostra personalità.


E le fedi?


Più di ogni altro elemento devono rappresentare la personalità degli sposi, via libera alla fantasia dunque,  dai preziosi modelli della collezione di fedi Louis Vuitton, per gli sposi più esigenti, che non vogliono rinunciare a celebrare in grande stile la promessa d’amore più importante della vita, alle creazioni più easy, ma sempre very chic, per gli sposi anticonvenzionali, che vogliono infrangere le regole, con gioielli simbolo dell’ amore eterno realizzati con estrema sapienza orafa unita ad un ricercato gusto estetico. 


Hairstyle ed Acconciatura Sposa.


Come scegliere quella più adatta al proprio stile e alla propria facial shape.

La scelta dell’acconciatura è sempre strategica nel look di ogni sposa, perché capace di determinare in meglio (o peggio) la riuscita del suo stile nel giorno più importante.

la prima regola è quella di rispettare la propria personalità, evitando di ‘stravolgersi’ il giorno del proprio matrimonio, correndo dietro a mode del momento.

Infine, cercate di rispettare la forma del viso attraverso i volumi dell’acconciatura e lo stile dell’abito.


Quali sono le tendenze?


“La parola d’ordine per la sposa dell’anno prossimo sarà ‘naturalezza’. Questo significa che i capelli saranno volutamente lasciati liberi, magari racchiusi con fiori freschi, sempre in armonia con la scelta del bouquet. Must di stagione saranno delle vere e proprie ghirlande di fiori freschi, applicate sui capelli lasciati lunghi e animati da morbide onde

A far da padrona sarà ancora la treccia naturale, ma molto curata e rivisitata in maniera chic ed elegante”.

Si parte  da una prima consulenza con la sposa cercando di valutare la fisionomia del viso, la tipologia dei capelli e l’abito scelto. In base a questi requisiti sarà possibile scegliere  l’acconciatura perfetta

Anche il capello corto è perfetto per la sposa. L’importante che sia un taglio super femminile, fresco e sbarazzino. Per essere chic il giorno del matrimonio si può optare per un frontino gioiello, ispirandosi  alle acconciature degli Anni ’30, oppure puntando sui cappellini accessoriati di veletta”.

Fine giornata: è il momento della torta. Cosa può fare la sposa per un rapido ritocco all’acconciatura ormai scomposta, dalle danze scatenate.

In questo caso, le spose che hanno legato i capelli durante la cerimonia, potrebbero scioglierli e sfoggiare una chioma libera oppure optare per una treccia laterale o su un fermaglio gioiello, arricchendo così con un piccolo dettaglio l’acconciatura sciolta.

Se invece, durante la cerimonia i capelli erano sciolti allora si potrebbe realizzare un raccolto laterale con treccia oppure con una semplice coda di cavallo per un effetto “bon ton”.

In più, il giorno prima del matrimonio è consigliabile sempre l’applicazione di una maschera con estratti naturali e sieri preziosissimi per capelli indeboliti, secchi e opachi


Make up Sposa.


Se il trucco e’ ben fatto la sposa non ha bisogno di molte cose per ritoccarsi durante la giornata.

E’ consigliabile portare con sé una cipria compatta, per opacizzare alcune zone più rischiose come le narici il mento, il centro della fronte, e un   gloss per avere sempre le labbra in ordine .

Purtroppo , si può fare ben poco, se per il trucco degli occhi sono stati scelti degli ombretti in crema che scaldandosi tenderanno drammaticamente a depositarsi sulla linea palpebrale.

Un ultimo consiglio : procuratevi uno spray di acqua termale vaporizzata: non solo fissa il trucco a lavoro ultimato, ma permette di mantenerne la freschezza e la naturale trasparenza anche verso la fine della festa di nozze

Non esiste un make up ad hoc per tutte le spose, il trucco deve seguire lo stile dell’abito e la personalità della sposa, un make up in linea con entrambe gli elementi, farà sentire la persona a suo agio, rendendola protagonista di un evento unico.

dalle sfumature naturali a quelle più choc, dall’eye-liner nero al rossetto prugna, ogni sposa deve essere libera di esprimere la propria personalità, sempre in armonia con la scelta dell’abito naturalmente. Per le scelte retrò in epoca anche il make up deve seguire il mood. Qualsiasi sia la scelta, l’importante è che l’immagine sia coordinata ed elegante, capace di evocare l’atmosfera fiabesca.

No al make up correttivo, via libera ad un trucco capace di esaltare senza trasformare, un make up moderno, che valorizzi la naturale bellezza della donna


Quali sono le nuance da preferire?


Non esistono delle tonalità di make up da preferire rispetto ad altre.

E’ fondamentale osservare la sposa e in base alla sua natura orientarsi sulla scelta della palette di colori più adeguata.

No alle nuance perlate che durante il trascorrere della giornata hanno il difetto di fissarsi sulle linee di espressione naturali delle palpebre e di mettere inevitabilmente in luce la stanchezza.

Si alle tonalità opache miscelate con colori leggermente più satinati, che regalano un aspetto più classico ed elegante .

La regola, nella scelta dei colori è quella di prendere come punto di riferimento il colore della propria pelle.

Una sposa dalla pelle chiarissima risulterà più naturale e radiosa se accosta alla pelle colori chiari e pastello, al contrario una donna dalla pelle scura o olivastra apparirà perfetta con tonalità più piene ed intense, mettendo in luce i pregi e cercando di proteggere con il trucco quelli che comunemente sono visti come dei difetti.

Un naso importante per esempio si corregge in maniera naturale scegliendo un’acconciatura  adeguata.

Un viso appesantito invece apparirà più giovane se scegliamo per l’abito una scollatura con linee più geometriche.

Un viso minuto e spigoloso infine apparirà più morbido scegliendo un orecchino dal design arrotondato.

Sempre indicata la tecnica del chiaro scuro con fondotinta, ciprie e terre per ottenere delle correzioni che siano comunque le più naturali possibili.

Importante anche la linea delle sopracciglia che permette di correggere uno sguardo non più fresco o una forma di occhio non propriamente perfetta.

Infine , un rossetto dai toni naturali e’ molto più indicato rispetto ad uno più intenso e brillante se la sposa non ha un sorriso impeccabile


Qual è il segreto per un trucco a prova di lacrime e baci?


Il make up da sposa non può fare a meno di alcuni prodotti professionali che garantiscono al trucco una luminosità ed una tenuta perfetta: primi fra tutti il primer viso e il primer occhi, che applicati prima del fondotinta e dell’ombretto permettono ai prodotti di aderire meglio alla pelle e di fondersi assieme per realizzare una base ideale.

Non dimenticate poi il primer labbra, che applicato prima del rossetto crea un film protettivo che dona al rossetto luminosità e compattezza per la durata dell’intera festa.

Infine, è importante fissare e opacizzare il trucco con una cipria in polvere, per evitare il formarsi di macchie sulla pelle e dare all’incarnato una perfetta luce satinata.

Puntate su polveri beige-dorate per le pelli leggermente abbronzate e polveri beige-rosate per le più chiare. Infine, mai dimenticare il mascara, rigorosamente waterproof


Wedding Nails.


Attenzione particolare alle mani della sposa, perennemente in primo piano durante tutta la cerimonia, assolutamente curata quindi la manicure con sfumature pastello, purché siano prive di glitter e pagliuzze dai tocchi multicolor.

No alle unghie troppo lunghe e vistose: la ricostruzione col gel va benissimo, soprattutto per chi le ha troppo corte e mangiate, ma è bene non esagerare.

Si a una serie di manicure in vista dell’evento: soprattutto se non avete mani bellissime iniziate almeno un mese prima, con una seduta settimanale

Evitare la french manicure: l’effetto unghia naturale è bellissimo, a patto che la riga bianca sia sottile e in linea con la forma dell’unghia

Si al rosso, soprattutto se avete un dettaglio in tinta e se avete scelto uno stile vintage rétro per il vostro look

No ad altri colori accesi: risulterebbero troppo appariscenti e di cattivo gusto

0Commenta

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia un Commento


"Voglio essere tutto ciò che sono capace di diventare"
K. Mansfield



Video



Instagram

Instagram has returned invalid data.